Punture zanzare nei bambini: rimedi e migliori prodotti in farmacia

punture zanzare rimedi - punture zanzare nei bambini

In estate uno dei problemi principali sono le punture di zanzara. Le alte temperature, i ristagni d’acqua e le ampie porzioni di pelle scoperta sono il mix perfetto per far proliferare e festeggiare le zanzare.

Il problema è raddoppiato per chi ha bambini piccoli. Se le punture sono fastidiose per gli adulti lo sono ancora di più per i piccoli, per i genitori per punture di zanzara sui bambini sono fonte di grande preoccupazione, per svariati motivi, sia per gli effetti di eventuali infezioni che per il pericolo che il bimbo si gratti oltre alla difficoltà di prevenirle evitando creme e simili che potrebbero non essere indicate per i neonati e bambini.

Come difendere i bambini dalle zanzare

Fortunatamente non siamo impotenti, esistono una serie di rimedi naturali e non contro le zanzare, anche quando fate addormentare i vostri bambini.

Il primo, e più intuitivo, metodo antizanzare è quello di tenerle lontane dal nostro piccolo. Innanzitutto stando lontano dai luoghi all’aperto con ristagni di acqua vicino, oppure, cercate di evitare che si formino nei vasi delle piante laghetti che sono l’habitat preferito per le zanzare in casa.

Strumento importante sono le zanzariere, installatele sulle finestre, ne esistono sia di fisse che di portabili. Se invece non volete o non potete installarle sulle finestre potete acquistare una zanzariera per culla o passeggino, ne esistono di diversi tipi e a diversi prezzi, e molti passeggini o lettini sono predisposti all’istallazione di zanzariere per neonati sulla loro struttura, queste sono molto utili perché permettono di proteggere il vostro piccolo anche quando è all’aria aperta e non solo tra le quattro mura della casa.

Oltre a questi rimedi che potremmo chiamare meccanici, ci sono una serie di rimedi naturali contro le zanzare. Il primo è avere in casa piante di gerani, oltre ad abbellire casa vostra, questi fiori emettono un odore che un repellente naturale per le zanzare. Molto utili sono anche i prodotti con citronella.

Per passare a prodotti non naturali, il più comune repellente antizanzara è la classica piastrina elettrica o la spirale a base di piretrina. Queste hanno il pregio di essere tra i metodi più efficaci ma vanno usati solo ed esclusivamente all’aperto o in locali molto ben aerati, quindi potrebbero non essere l’ideale per la cameretta del vostro bambino.

Pomate e creme antizanzara

Oltre ai repellenti ambientali, esistono sul mercato una gran messe di creme e pomate da applicare sulla pelle. Se queste sono indicate per gli adulti, con i bambini la questione è differente.

Le pomate repellenti andrebbero usate con molta parsimonia sui bambini, anzi andrebbero evitate il pù possibile. Anche quelle a base di prodotti naturali come la lavanda o il geranio, sono sconsigliate. L’unico uso accettato è quello saltuario e limitato, ad esempio se dobbiamo andare a cena fuori all’aperto o in un parco, in quel caso i benefici superano i danni ma l’importate e non eccedere con le dosi. A tal proposito è bene consultare un esperto in farmacia o sanitaria, saprà indicarvi una pomata antizanzara per bambini.

In ogni modo è bene evitare sempre e comunque di spalmare della crema sulle mani del neonato, la tentazione di mettersi le mani in bocca potrebbe portarlo ad ingerire un po’ di crema e gli effetti potrebbero essere spiacevoli.

Cosa fare dopo la puntura di zanzara

Se le zanzare riescono a oltrepassare le difese e a pungere il nostro piccolo non abbiamo di che preoccuparci.

Le punture di zanzare sono innocue sui bambini come sugli adulti, probabilmente il nostro piccolo neanche se ne accorgerà ma qualora dovesse avere fastidio o prurito è bene applicare solo sulla zona punta un poco di crema idratante o lenitiva che potete trovare nella sezione anti zanzare e dopo puntura dello shop FarmaciaSavorani.

Se in vece il fastidio è ancora maggiore si può valutare qualche prodotto antistaminico, tra quelli adatti a bambini, in modo da prevenire anche le piccole infezioni che spesso le punture (e il grattarsi) portano con sé. Assolutamente da evitare, a meno di uno specifico consiglio medico, le creme a base di cortisone, troppo potenti sia per il bambino che per la puntura di zanzara.

A parte infezioni, unico caso in cui vale la pena di contattare un pediatra è nell’ipotesi di punture sulle labbra o sull’occhio, anche in questo caso non c’è da allarmarsi ma il medico potrà indicarvi il giusto prodotto da applicare sulla puntura in modo da evitare ogni fastidio.

Godetevi l’estate e non preoccupatevi

In sintesi le punture di zanzare per i bambini, così come per gli adulti, sono tra le cose più fastidiose che esistono. Ma spesso si limitano al fastidio, non sono pericolose e quindi non sono un valido motivo per rovinare l’estate e la vacanza a voi o al vostro piccolo, quindi seguite questi piccoli accorgimenti e godetevi l’estate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *