Cosa è la Vitamina A, a cosa serve e dove si trova

0
13
vitamina a cosa e a cosa serve dove si trova

La Vitamina A, detta anche retinolo, è una vitamina liposolubile di origine sia vegetale che animale.

È presente in molti alimenti. Quando il retinolo viene assunto, a livello intestinale può essere sintetizzato partendo dal β-carotene e grazie ad un enzima, per ogni molecola di β-carotene assunta, vengono ricavate due unità di vitamina A.

Molti alimenti di origine vegetale sono ricchi di carotenoidi e beta-carotene.

Si dicono liposolubili perché vengono accumulate nel fegato (dunque non è necessario assumerle con regolarità) e vengono rilasciate solo in caso di bisogno, garantendo così il buon funzionamento di tutto il corpo e dei sistemi immunitario visivo e nervoso.

Con il termine Vitamina A ci si riferisce a tutti i derivati naturali o artificiali del retinolo.

Ma se assunta in eccesso può dare complicanze, soprattutto al feto se si è in gravidanza perché può causare difetti alla nascita. È più dannoso l’eccesso di retinolo rispetto a quello di β-carotene.

Questa vitamina è stata la prima ad essere scoperta, intorno al 1930 dal chimico svizzero Kerrer.

A cosa serve la Vitamina A?

La vitamina A è fondamentale per:

  • La crescita forte e robusta delle ossa e dello scheletro, agevolando la crescita
  • La crescita dei denti
  • Le cellule epiteliali
  • La maturazione sessuale nell’adolescente
  • La fertilità dell’adulto, migliorando il funzionamento del sistema testicolare e ovarico
  • Sostenere il sistema immunitario contro malattie e infezioni, specialmente polmonari e agevola la guarigione delle ferite
  • L’azione antiossidante, quindi svolge un’azione protettiva sia a livello polmonare che del sistema cardiovascolare, perché combatte contro la degenerazione cellulare da inquinamento e colesterolo
  • Aiutare la vista nel momento crepuscolare perché mantiene in forma la cornea
  • Mantenere la pelle sana e giovane e la protegge dai danni da esposizione al sole e dalle macchie
  • Aiutare a contrastare il fenomeno dell’acne
  • Il suo effetto antiossidante
  • Combattere i radicali liberi
  • Contrastare gli effetti causati dal fumo e dall’inquinamento
  • Contrastare lo sviluppo tumorale e in particolare il cancro alla prostata
  • In gravidanza consente la differenziazione dei tessuti nel bambino

Il livello generalmente raccomandato di assunzione di vitamina A, è di 0,7 mg per le donne adulte e 0,9 mg per gli uomini. Per le donne incinte o durante l’allattamento, i valori salgono leggermente.

Dove si trova la Vitamina A

Per introdurre la Vitamina A nell’organismo, è bene consumare questi alimenti di origine vegetale perché danno buone fonti di beta-carotene:

  • Vegetali gialli, arancioni e rossi come le carote, la zucca, le patate, i pomodori e nella frutta come i meloni, le albicocche, il mango, le pesche, la papaia, le arance e l’anguria.
  • Verdure a foglia verde come gli spinaci, la verza, i broccoli, la bieta

Gli alimenti di origine animale ricchi di Vitamina A sono:

  • Nel tuorlo dell’uovo
  • Nel pesce e nei crostacei
  • Nel fegato
  • Nel latte intero, nello yogurt, nel burro e nel formaggio

Questa vitamina perde molte delle sue proprietà se l’alimento viene cotto, quindi è preferibile consumare questi prodotti crudi (dove possibile) o dopo una rapida cottura. Alcol, caffè, tabacco, cortisone e antibiotici assunti in concomitanza alla vitamina A, ne neutralizzano l’efficacia.

Carenza da Vitamina A

Nonostante questa vitamina si trovi in moltissimi alimenti, la sua carenza nell’organismo è molto frequente, soprattutto per chi soffre di problemi intestinali. I principali sintomi sono l’abbassamento della vista (soprattutto al crepuscolo), le mucose di bocca e naso che si seccano, la pelle che appare rugosa, secca e screpolata e i capelli secchi e che si spezzano facilmente. Può inibire la crescita, deformare le ossa e generare problemi agli organi riproduttivi.

Nei paesi del sud-est asiatico la carenza è frequente ed è legata alla dieta alimentare. Mentre nei paesi occidentali, questa carenza è legata a disturbi nell’assorbimento dei lipidi o all’alcolismo.

Sintomi da assunzioni eccessive di Vitamina A

Se assunta in dosi eccessive la Vitamina A può provocare una intossicazione acuta con nausea, vomito, emicranie, vertigini, disturbi visivi, perdita di coordinazione del movimento e colorito della pelle giallo-arancio.

Dosi elevate di retinolo (se assunte per anni) provocano perdita di capelli, anemia, dolori muscolari, inappetenza e sintomi neurologici.

Migliori prodotti della farmacia per la Vitamina A

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui