Cosa è la Vitamina B6, a cosa serve, dove si trova

0
14
vitamina b6 cosa e e dove si trova

La Vitamina B6 è una vitamina idrosolubile, cioè che non viene accumulata dall’organismo che la elimina facilmente attraverso l’urina, ma che è invece necessario che venga assunta con quotidianità attraverso l’alimentazione. Se esposta a fondi di calore, la Vitamina B6 si degrada e si presenta in tre forme attive che sono: la piridossina, la piridossamina e la piridossale.

È stata scoperta intorno al 1935 durante le ricerche sulla malattia pellagra (una malattia della pelle, dell’apparato gastroenterico e del sistema nervoso centrale) diffusa nei secoli passati per la scarsa nutrizione dei ceti più bassi a causa della mancanza principalmente di carne, uova e latte.

Come funziona la Vitamina B6?

Questa vitamina viene assorbita, attraverso l’alimentazione, dal primo tratto dell’intestino tenue. Viene poi trasferita, tramite l’apparato circolatorio, al fegato dove viene trasformata in coenzima attivo e a questo punto può supportare innumerevoli reazioni metaboliche essenziali.

A cosa serve la Vitamina B6?

Questa vitamina ha un ruolo fondamentale nel:

  • Metabolismo degli aminoacidi, degli acidi grassi e degli zuccheri
  • Trasformazione delle proteine
  • Contribuire alla formazione degli ormoni e dei globuli bianchi e rossi
  • Costruire la barriera immunitaria (insieme allo zinco) in difesa di malattie e infezioni
  • Stimolare le funzioni cerebrali
  • Ridurre la stanchezza e la fatica (insieme al magnesio)
  • Garantire il buon funzionamento del sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) e periferico
  • La sintesi di neurotrasmettitori quali la serotonina (regola l’umore, il sonno, l’appetito, la memoria e la capacità di concentrazione), la dopamina, la noradrenalina e l’acido gamma-aminobutirrico
  • Allontanare l’insonnia

Produzione di energia a partire dai carboidrati

  • Contribuire al normale metabolismo dell’omocisteina
  • Prevenire l’invecchiamento
  • Sostenere la memoria
  • Prevenire i tumori al polmone e alla prostata
  • Trattare la malaria

La Vitamina B6, contribuisce a mantenere l’equilibrio ormonale, tanto da alleviare i sintomi del ciclo mestruale. Per questo viene utilizzata anche in gravidanza, proprio perché è capace di alleviare gli stati di nausea e di vomito. È utile anche per trattare stati di depressione, stanchezza e mal di testa.  

È utilizzata per la creazione di molte creme e prodotti contro l’invecchiamento.

Dove si trova la Vitamina B6?

La vitamina B6 è presente in numerosi alimenti sia del regno animale che di quello vegetale, tra i quali:

  • Il pesce e i crostacei
  • La carne manzo, pollo e maiale
  • Il fegato
  • I cereali integrali
  • Le uova
  • Gli spinaci
  • Le patate
  • I legumi (in particolare ceci e lenticchie)
  • Il latte e i formaggi
  • La frutta (eccetto gli agrumi), anche in quella tropicale come gli avocadi
  • La frutta secca
  • Il lievito di birra

Questa vitamina non perde le sue capacità se esposta a fonti di calore, quindi i cibi possono essere cotti senza perdere le loro proprietà. I cibi perdono la quantità di vitamina B6 se esposti alla luce e agli agenti ossidanti come l’ossigeno o congelati o inscatolati, quindi il consiglio è di scegliere alimenti freschi e consumarli rapidamente.

Conseguenze della carenza e dell’eccesso della Vitamina B6

Il fabbisogno giornaliero di questa vitamina varia a seconda dell’età e del sesso. Per gli uomini è di circa 1,5 mg al giorno, per le donne invece 1,1 mg.

La carenza di Vitamina B6 si verifica raramente con sintomi quali:

  • Apatia
  • Debolezza diffusa sia fisica che mentale
  • Insonnia
  • Dermatite
  • Lesioni delle mucose
  • Cheilosi
  • Spasmi muscolari
  • Ritenzione idrica
  • Disturbi del sistema nervoso
  • Anemia ipocromica (i globuli rossi assumono un colore più chiaro)
  • Calcoli nei reni

Si riscontrano casi di carenza se si stanno assumendo altri medicinali come i farmaci antiepilettici e quelli usati per la cura della tubercolosi. Anche altri medicinali, come i contraccettivi, i corticosteroidi e i diuretici, possono inficiare sull’assorbimento di questa vitamina.

La carenza di questa vitamina può portare anche alla carenza di Vitamina B12, dello zinco e del selenio.

Non sono conosciute conseguenze dell’eccesso di Vitamina B6 se non forti mal di testa.

Per evitare queste problematiche è sufficiente seguire uno stile di vita sano, variare l’alimentazione e rispettare le regole base sulla conservazione e sulla cottura dei cibi.
Chi segue una dieta particolarmente rigida come i vegani e i vegetariani, potrebbero dover ricorrere agli integratori di Vitamina B6 perché potrebbero aver difficoltà ad assumere la vitamina B6. Tutto ciò però va fatto sotto stretto controllo medico.

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui