Vitamina B5, benefici e alimenti in cui è contenuta

Vitamina B5 benefici e alimenti in cui è contenuta

La vitamina B5, chiamata anche acido pantotenico o vitamina W, fa parte della categoria di vitamine idrosolubili, cioè che si scioglie in acqua e non riesce quindi ad essere accumulata nell’organismo, ma è necessario inserirla quotidianamente tramite una dieta alimentare sana. 

A cosa serve la vitamina B5

La vitamina B5 serve a produrre energia metabolizzando carboidrati, grassi e proteine, a sintetizzare il coenzima-A ed è coinvolta nella sintesi di colesterolo e ormoni.

Protegge la bellezza della pelle e dei capelli, previene stanchezza e stimola la cicatrizzazione di ustioni e ferite.

Quali sono le proprietà della vitamina B5

La vitamina B5 o acido pantotenico è importante per la sua funzione biologica come precursore del Coenzima A (CoA), trasportatore dei gruppi necessari al metabolismo energetico per la sintesi di acidi grassi. Inoltre è coinvolta anche nella sintesi e nel metabolismo di ormoni steroidei, di neurotrasmettitori e della vitamina D, oltre alla produzione dei grassi, dei corticosteroidi e deli ormoni sessuali, quali il progesterone, il testosterone e gli estrogeni. La vitamina B5 riduce i sintomi della stanchezza e dell’affaticamento e permette di mantenere anche prestazioni mentali alti.

Inoltre permette il corretto funzionamento delle ghiandole surreali, del sistema nervoso e della crescita.

Viene assorbita dalle cellule intestinali e raggiunge tutti i tessuti dell’organismo attraverso il sangue.

Dove si trova la vitamina B5

La vitamina B5, o acido pantotenico, fu scoperta nel 1933 da Williams che scelse il nome pantotenico (pantos in greco significa “da ogni parte, ovunque”) proprio perché si trova praticamente in tutti gli alimenti di origine vegetale ed animale. Quindi questa vitamina B5 è presente nella maggior parte degli alimenti, ma alcuni cibi ne contengono quantità maggiori, come ad esempio:

  • Legumi secchi (in particolare piselli e lenticchie)
  • Funghi essiccati
  • Cereali integrali
  • Arachidi 
  • Crusca di frumento e germe di grano
  • Tuorlo d’uovo
  • Lievito di birra
  • Soia
  • Zenzero 
  • Fegato di suini, ovini e bovini
  • Semi di girasole
  • Carne di pollo e manzo
  • Tonno e aragosta
  • Latte e yogurt
Lettura consigliata:  Come lavare i denti ai bambini

È presente quindi sia in alimenti naturali che in alcuni confezionati, come ad esempio nel latte artificiale per lattanti o nelle barrette energetiche.

Quanta vitamina B5 assumere giornalmente?

Il fabbisogno giornaliero di assunzione di vitamina B5 varia in base all’età, ma per un adulto è di circa 4-7 mg/die, valore che sale leggermente in gravidanza e allattamento.

Sintomi da carenza di vitamina B5

I sintomi causati dalla carenza di vitamina B5 possono essere molteplici, tra i quali:

  • Stanchezza fisica e mentale
  • Apatia 
  • Mal di testa
  • Irritabilità e irrequietezza
  • Intorpidimento, bruciore e dolore a mani e piedi e crampi muscolari
  • Ipoglicemia o maggiore sensibilità all’insulina
  • Disturbi del sonno
  • Vomito, diarrea e crampi addominali
  • Problemi gastrointestinali con anoressia

Si verificano questi sintomi dovuti alla carenza di vitamina B5 solo in casi di grave malnutrizione. Il fumo, le sostanze stupefacenti e l’alcol ne inibiscono l’assorbimento.

Sintomi da assunzione eccessiva di vitamina B5

È molto improbabile che si raggiunga uno stato di tossicità dovuto ad una assunzione eccessiva per via orale di vitamina B5, ma come effetti si ha casomai solamente la diarrea e fastidi intestinali.

La quantità in eccesso di vitamina B5, una volta assorbita dall’organismo, viene eliminata attraverso l’urina.

Rapporto tra vitamina B5 e pelle

La vitamina B5 è utilizzata in diversi cosmetici poiché aiuta a rallentare l’invecchiamento della pelle, quindi previene la comparsa delle rughe. Aiuta a combattere l’acne poiché una dieta equilibrata garantisce il giusto apporto giornaliero di acido pantotenico; al contrario, un eccesso di farine raffinate, di cibi da fast food e di zuccheri, favorisce il formarsi dell’acne.

Disclaimer

Le informazioni presenti nel sito non sono destinati a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Tutte le informazioni qui presentate non sono intese come sostitutive o alternative alle informazioni fornite dagli operatori sanitari. Consultare il proprio medico in merito a potenziali interazioni o altre possibili complicazioni prima di utilizzare qualsiasi prodotto.

Lettura consigliata:  Creme Solari: Quali scegliere, cosa sapere e quali sono le migliori