Prostatite: sintomi cause e cure

Prostatite: sintomi cause e cure

Quando si ha a che fare con la prostatite si devono fare i conti con una infiammazione della prostata che può colpire soprattutto gli uomini under 50. I sintomi di una infiammazione alla prostata non sempre sono chiari a tutti ed è per questo che è utile imparare a riconoscere il problema così da trovare la cura migliore. 

Cos’è la prostata e che cos’è la prostatite

La prostata è una ghiandola dell’apparato urogenitale maschile. Il suo ruolo? Quello di produrre il cosiddetto secreto prostatico, ossia il fluido che durante l’eiaculazione arriva nell’uretra e si mescola con lo sperma creando il liquido seminale. 

Una ghiandola molto importante, quindi, con un ruolo fondamentale anche nella riproduzione. Impossibile, quindi, non prendersi cura della prostata, curandone tutti gli eventuali disturbi. 

Uno dei principali è, come detto, la prostatite. Si tratta di un problema abbastanza diffuso se si considera che colpisce tra il 30 e il 50% degli uomini sessualmente attivi


Sono attualmente riconosciuti 4 tipi di prostatite

  • Prostatite acuta di origine batterica
  • Prostatite cronica di origine batterica
  • Prostatite cronica di origine non batterica
  • Sindrome pelvica cronica dolorosa a base quasi sempre infiammatoria.

Esiste, poi, la prostatite asintomatica che, quindi, non porta con sé i vari disturbi connessi a questo problema prostatico. 

Le cause della prostatite

Tra le cause della prostatite di origine batterica, sia essa di tipo acuto o cronico, c’è la presenza nella zona di alcune specifiche tipologie di batteri. 

Nello specifico, questi batteri sono spesso presenti nell’apparato urogenitale e sono la causa anche di diverse infezioni urinarie, della cistite, della uretrite e così via. Se il fenomeno diventa acuto, molto probabilmente i batteri si stanno diffondendo. 

Non solo. La prostatite può anche essere causata da quei batteri causa delle malattie sessualmente trasmissibili. Questa eventualità può avvenire soprattutto in seguito a dei rapporti anali con una persona affetta da clamidia, gonorrea o altre problematiche di questo tipo. Non è raro che i batteri di questo tipo, risalendo l’uretra, arrivino fino alla prostata infiammandola. 

C’è, infine, il rischio che siano i batteri dell’intestino retto come l’Escherichia Coli a colonizzare la zona. Il tutto è semplificato dalla vicinanza e da possibili lesioni intestinali.

Ci sono, tuttavia, altre cause della prostatite che vale la pena elencare per completezza. Può svilupparsi l’infezione in seguito a una fimosi, a una epididimite o all’ostruzione del collo vescicale. A rischio anche un trauma del perineo. Più raro, ma non impossibile, è il caso di una prostatite scatenata da una biopsia alla prostata

I principali sintomi della prostatite da tenere sotto controllo

Come per ogni infiammazione, ci sono dei campanelli d’allarme da non sottovalutare. Riconoscere alcuni segnali è la cosa più utile per cercare di rimediare il prima possibile al problema. 

sintomi più frequenti della prostatite batterica sono diversi. Si va da una sensazione di debolezza e malessere a un dolore pelvico molto forte che interessa la zona dell’ano, dell’inguine e dello scroto. Non solo. Insorgono anche dei problemi urinari. Questo significa che spesso si avvertirà un impellente bisogno di urinare, specialmente nelle ore notturne. Tuttavia, la minzione sarà sempre difficoltosa, le urine maleodoranti e scarse. Spesso si noteranno anche delle tracce ematiche. Questo dovrebbe far scattare il campanello d’allarme, così come anche una eiaculazione problematica e dolore nel momento dell’atto sessuale. 

Questi appena elencati sono i problemi e i sintomi più comuni ma non gli unici. Il tutto viene anche accompagnato da dolori muscolari che possono arrivare a essere difficilmente sopportabili. 

Le cure della prostatite

Come ci si cura in questo caso? Si nota facilmente che la prostatite porta con sé una serie di problematiche con cui difficilmente si convive. Urge trovare un rimedio. Dopo gli esami del sangue, la spermiocultura e analisi specifiche all’uretra il medico riuscirà a individuare la terapia farmacologica più mirata. Può durare diverse settimane e solitamente è a base di antibiotici da prendere in base a quelle che sono le prescrizioni mediche. 

Il medico potrebbe, qualora lo ritenesse necessario, consigliarti l’utilizzo di appositi integratori per la prostatite, che trovi nel nostro store online a prezzi in offerta.

Lascia un commento

Chiudi il menu

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy